microdermal cosa sono, come si applicano, rischio di rigetto : la mia esperienza





Hello There,
oggi vi porto un argomento un po' particolare ma che a mio parere c'entra con la pelle e anche con la ''bellezza'' per così dire.

6 Agosto 2016
In questa data decido finalmente di fare questo passo, ci pensavo ormai da mesi era arrivata l'ora di mettere in pratica quello che volevo.
Mi dirigo da Scribbles Tattoo, uno studio che adoro e dove ovviamente lavora  la piercer.
Le dico il punto in cui più o meno volevo il mio Microdermal , fatto il puntino per orientarsi passiamo ai fatti. Sto scrivendo questo articolo perché molti non sanno  distinguere la differenza tra Microdermal e Piercing classico e soprattutto come vengono eseguiti essi. Per questo motivo oggi oltre che parlarvi della mia esperienza vi spiego velocemente di cosa si tratta.

COS'E' IL MICRODERMAL?
                                  
A differenza dei classici piercing, i microdermal vengono posizionati sotto pelle , sono composti quindi da una base più larga che è quella che rimane sotto pelle, e da un'altra parte che rimarrà all'esterno ovvero il ''gioiello'' che è interscambiabile.
Un 'altra differenza  che  sta portando questi a essere sempre più conosciuti e amati è il fatto che possono essere posizionati in zone del corpo dove in genere un classico piercing non può essere eseguito come ad esempio : zigomi, polsi, dita.
Il perno è in titanio ma comunque non scampa il rigetto, anzi a mio avviso è molto più esposto a questo rischio. ( ovviamente questo dipende da persona a persona, la pelle reagisce sempre in modo diverso)

COME SI ESEGUE?


Il microdermal si esegue mediante il dermal punch, una specie di ago a forma circolare che buca la pelle. Ne esistono di diverse dimensioni in base alla grandezza che volete. Si disinfetta la zona e una volta eseguito il foro viene inserito il perno in titanio sotto pelle , subito dopo si avvita il gioiello che come ho detto prima è intercambiabile quindi una volta che esso si è stabilizzato potrete scegliere di cambiare gioiello a vostro gusto personale (all'incirca dopo 1 mese), dal vostro piercer ovviamente. Ci vogliono davvero 2 min.

Voglio precisare che io non sono una piercer ma prima di farmelo mi sono documentata tantissimo guardando anche tanti video.

FA MALE?

E' la domanda più gettonata e che mi è stata fatta parecchie volte.
Ovviamente il dolore è soggettivo ma rispetto ad un classico piercing il dolore in teoria è minore, io ad esempio ho avvertito un leggero bruciore ma niente di così allarmante, anche perchè come dicevo prima la procedura è talmente veloce che non ve ne renderete nemmeno conto che avrete già finito praticamente.





COME SI CURA?
le prime settimane la mia piercer mi ha consigliato di disinfettare la zona ogni giorno con una soluzione che non contenesse alcol, e i primi giorni di tenere sù un piccolo cerotto. E' importante fare molta attenzione all'igiene soprattutto nella fase di cicatrizzazione e soprattutto bisogna cercare il più possibile di evitare urti o colpi nella zona del microdermal. Anche dopo che esso sarà guarito e si sarà stabilizzato dovrete continuare a mantenere una buona igiene, facendo anche impacchi con camomilla se vedete che la zona si arrossa ect.

Una cosa che mi sentivo dire spesso è: '' ma ti si impiglierà ovunque'' , falsissimo  nonostante lo avessi in una zona che potrebbe farvi pensare una roba del genere, non ho mai avuto problemi  del genere, neanche una volta che dormivo, o dovevo lavarmi il viso non ho riscontrato nessun problema o disagio.
Raramente mi è capitato che mi di impigliassero maglioni o altro. Quindi davvero se questa è una delle cose che vi frena dal farlo, diffidate da queste voci.

Una cosa che può succedere e che vi si infetti non dico spessissimo però capita volentieri, a me è capitato la prima volta a distanza di 3-4 mesi  che l'avevo fatto, ero già preparata perchè ovviamente la mia piercer mi aveva già detto tutto e quindi ho continuato a disinfettarlo e a fare impacchi con la camomilla ed entro 5 giorni era tutto passato.

                               

LA RIMOZIONE

In caso decidiate di rimuoverlo dovrete parlare con il vostro piercer e procederà lui/lei alla rimozione. Sulla rimozione non c'è molto da dire, il microdermal verrà rimosso eseguendo una piccola incisione di piccolissime dimensioni e verrà estratto il perno. Questa procedura potrebbe lasciare una piccola cicatrice. Tutto sommato per avere info più dettagliato dovrete rivolgervi a persone competenti.

IL RIGETTO, LA MIA ESPERIENZA


Avevo notato da diversi giorni che la zona rimaneva sempre arrossata e che c'era una specie di accumulo di pelle in un lato del gioiello. Inizialmente non ho dato peso a questa cosa essendo che poche settimane prima aveva fatto infezione ho pensato fosse normale e che si stava riprendendo.
Settimane dopo, l'accumulo di pelle morta rimaneva lì, inerme e non voleva saperne di staccarsi, non sapevo che fare ero fuori città e quindi dovevo aspettare di ritornare a casa per passare dalla mia piercer, i giorni passavano e dall'accumulo di pelle, si intravedeva qualcosa di metallico e lì tutto fu più chiaro.
Non era una accumulo di pelle morta, ma semplicemente il perno che stava uscendo fuori e che quindi spingeva per uscire.
Stava facendo rigetto.

BENE MA NON BENISSIMO.


Ero ancora fuori città, ma giorno dopo giorno il perno era sempre più visibile. Preciso che però non sentivo nessun dolore o fastidio, era come se non stesse facendo rigetto.
A malincuore il 20 Marzo 2018 sono andata a farlo rimuovere, la piercer mi fa che era talmente fuori che avrei potuto toglierlo da sola (ahahaha). Infatti è stato velocissimo rimuoverlo stava cadendo da solo praticamente, da una parte meglio così nel senso che molto probabilmente non rimarrà nemmeno la cicatrice se il buco si cicatrizza bene.
Per la cura tutto sommato non dovevo fare granchè, oltre che aver tenuto il cerotto fino a sera e applicare la crema gentalynbeta ,nient'altro. Si è già fatta la crosta e continuo a mettere la crema adesso dovrò solo aspettare che si stacchi la crosta.
Sicuramente distanza di mesi vi farà vedere cosa nè sarà rimasto se si vedranno segni, cicatrici.

Per il resto l'ho amato, mi è piaciuto e lo rifarei altre 20000 volte, ha reso i miei makeup  e le mie foto ancora più belle e catturava gli sguardi di tutti. Se anche a voi vi è venuto il pallino di farvelo non posso fare altro che consigliarvelo, è qualcosa di stupendo e particolare, un vero e proprio gioiello per il vostro viso.

questo era il microdermal appena eseguito, purtroppo non ho foto e non voglio farmene adesso che l'ho tolto.


   Voi cosa ne pensate? vi piacciono? vi piacerebbe farvelo? scrivetemelo nei commenti

Post più popolari